Le 9 fasi per la creazione di una scarpa

Importantissima e fondamentale risulta essere l’analisi che si effettua costantemente sul prodotto richiesto dal mercato. Produrre calzature acquistando delle riviste specializzate di moda può sembrare facile ed alquanto banale, ma lo studio che l’azienda compie è molto più di tutto questo. Nell’analisi vengono prese in considerazione molteplici aspetti: prodotto richiesto, zone di distribuzione, fascia d’età a cui rivolgersi, ecc ecc. La difficoltà che caratterizza l’azienda, è quella di saper creare dei prodotti che soddisfino tutte le richieste e che siano realizzati con massima perfezione

Ricerca di mercato

Cercheremo in questa sezione di descrivervi le varie fasi produttive che l’azienda svolge per la realizzazione delle calzature, cercando di rendervi psicologicamente partecipi e cercando di trasmettervi l’amore e la passione che ogni giorno l’azienda ci mette per realizzare i propri prodotti. Vi premettiamo che l’utilizzo dei forni a caldo e freddi utilizzati durante tutto il processo produttivo non viene assolutamente menzionato, in quanto uno dei segreti per la realizzazione di calzature è proprio l’utilizzo nei giusti momenti del ciclo produttivo dei forni, che permettono di lavorare, modificare, stabilizzare, e definire il prodotto. Seguiteci perché non vi annoierete.

Creazione del modello

Successivamente all’ analisi, vengono create e scelte le strutture (chiamate nel gergo calzaturiero FORME), sulle quali il modellista disegna e realizza i modelli, miscelando i vari componenti della calzatura (fondi, suole, tacchi, pellami di molteplici colori ed accessori) dando così vita alla nascita del cosiddetto CAMPIONE, che entrerà a far parte della grande famiglia della CAMPIONATURA.

Tranceria

Dopo aver ricevuto l’apprezzamento della clientela, il campione passa nella fase produttiva, ovvero nella realizzazione dello stesso nelle quantità ordinate. Si parte dal reparto tranceria che ricevuto l’ordine lo può evadere in tre soluzioni: la prima utilizzando le tradizionali fustelle in metallo, adoperando la classica trancia; la seconda, più moderna, utilizzando la macchina computerizzata che taglia le tomaie dopo aver effettuato un preventivo lavoro di memorizzazione nel sistema operativo della stessa, del modello ordinato; la terza è, facendo riferimento “all’etica della calzatura”, far tagliare i modelli a mano da personale specializzato.

Orlatura

Una delle fasi importanti per la realizzazione delle calzature è proprio l’orlatura, ovvero cucire insieme tutti i pezzi di materiale che compongono la tomaia. Questa fase si basa sulla precisione, pertanto l’imperfezione di questa operazione (basterebbero pochi millimetri di imprecisione) renderebbe tutto il restante ciclo produttivo imperfetto. L’azienda utilizzando macchine da cucire professionali e materiali di prima scelta, ottiene ottimi risultati, che favoriscono l’eccellente confort dei propri prodotti.

Incollaggio & Preparazione tomaia

Da operatori esperti viene compiuta questa fase, che consiste nell’inserire all’interno della tomaia quei componenti della calzatura poco conosciuti agli “estranei” del settore: il puntale ed il contrafforte. Il puntale viene applicato sulla parte anteriore della tomaia per dare forma e rinforzo alla calzatura, mentre il contrafforte viene applicato sulla parte posteriore della tomaia per fare in modo che il tallone venga avvolto perfettamente dalla stessa rinforzandolo. Contestualmente si procede all’incollaggio e stesura della tomaia in maniera tale che non si creino pieghe antiestetiche.

Montaggio

Ora la tomaia è pronta per essere montata sulla forma, sotto la quale è stato applicato precedentemente il sottopiede, utilizzando la macchina chiamata PREMONTA. L’operazione consiste nel tiraggio ed incollaggio simultaneo della tomaia sotto la parte anteriore della forma, tramite apposite pinze presenti nella macchina. Solo occhi esperti riescono a definire l’esatta intensità del tiraggio che delinea l’armonizzazione tra forma e linee.

Montabase, Smerigliatura, Suolatura, Montatacchi

Avendo realizzato la parte anteriore della calzatura, si passa alla realizzazione della parte posteriore della stessa, utilizzando una macchina chiamata MONTABASE, che chiude il contrafforte inchiodandolo sotto il fondo posteriore della forma. Successivamente si passa ad inchiodare le parti laterali della tomaia sotto i fianchi della forma. A questo punto tutta la tomaia è praticamente incollata ed inchiodata perfettamente sotto la parte posteriore della forma. Si passa poi alla smerigliatura sotto la forma per eliminare tutte le parti eccedenti della tomaia, facendo in modo che si crei uno strato omogeneo, liscio e senza avvallamenti o sporgenze, per incollare la suola o il fondo, tramite l’utilizzo di un collante speciale. La calzatura è completa, e pertanto si sfila dalla forma, e successivamente si applica il tacco, se previsto.

Rifinitura

Ultima fase, non di certo meno importante, è la pulitura di tutte le calzature prodotte, ed eventualmente l’applicazione di accessori prima dell’imballaggio finale. Chi svolge tale operazione lo fa sempre con molta cura e particolare attenzione in quanto il controllo finale del prodotto è uno dei fattori di forza che contraddistingue la nostra azienda dalle altre. Attraverso l’utilizzo di macchinari, solventi e di materiali specializzati, le calzature prodotte vengono controllate una ad una, facendo in modo che le stesse non presentino alcun difetto. Il ciclo produttivo termina con il posizionamento della calzatura nell’apposita scatola che la conserverà fino al consumatore finale.

Imballaggio & Spedizione

A questo punto le singole scatole contenenti le calzature vengono imballate nei cartoni in riferimento all’assortimento ordinato dal cliente. I colli realizzati vengono affidati ai corrieri di fiducia, che li consegnano ai nostri ottimi clienti ben selezionati nel tempo.